Chi siamo


















Nell'agosto del 1982 un giornalista giramondo, il tunisino Rached Trimeche, ebbe l'idea di riunire in un sodalizio internazionale tutte le persone che amano viaggiare, sia per lavoro sia per piacere, al di là di qualunque barriera di nazionalità, razza, religione o colore. L'iniziativa ebbe successo, ed oggi i membri del "Club Internazionale dei Grandi Viaggiatori" sono diverse migliaia, diffusi in oltre 167 paesi in tutto il mondo.


Per farne parte bisogna avere visitato almeno 50 paesi, in una lista ufficiale di 222. Ma si può essere ammessi nella categoria "A" (Aspiranti) anche con un minimo di 25. Sotto i 30 anni bastano tanti paesi quanti sono gli anni compiuti.


Qual è lo scopo principale del Club? Il suo slogan lo dice: "Paix dans le Monde - Peace in the World". Contribuire alla conoscenza del nostro pianeta, dei diversi paesi e delle diverse culture, è sicuramente un modo per favorire la realizzazione dell'eterno sogno umano: la pace nel mondo. Il Club persegue questo scopo facilitando i rapporti di amicizia fra i suoi membri, gli scambi di informazioni e gli incontri tra i viaggiatori, e soprattutto diffondendo un'idea del viaggio inteso come momento aggregante fra gli uomini, in un'epoca in cui viaggiare è diventato un passatempo fin troppo facile e superficialmente vissuto.


Ogni anno i soci si ritrovano per un congresso mondiale in un Paese diverso dove esiste un CIGV e da quel 1982 i soci si sono incontrati in Tunisia, Svizzera, Senegal, Francia, Lussemburgo, Reunion, Italia (a Pisa), Principato di Monaco, Lisbona, Essaouria, St. Barth, ecc., ospiti del Club Locale.


Mensilmente ad ogni socio viene inviata la newsletter, in francese o in inglese, che aggiorna sull'ingresso di nuovi soci, iniziative delle delegazioni sparse nel mondo, sui viaggi effettuati dai soci: un vero e proprio bollettino sull'attività del club e dei suoi componenti.


"Astrolabe" è la rivista ufficiale del Club; multilingue viene utilizzata dai soci per raccontare le proprie esperienze di viaggio.


Ogni anno il Club invia a tutti i soci la pubblicazione "Directory", che contiene l'elenco aggiornato dei soci, molto utile per un contatto personale con coloro che vivono in altri paesi, e che ovviamente saranno ben felici di aiutare con consigli e suggerimenti.


Chi sono i soci del club? I più vari, i più diversi. Dal globe trotter che gira il mondo con lo zaino in spalla, al capo di stato, all' ambasciatore, allo scienziato e naturalmente all' esploratore. Qualche nome a caso tra i più famosi: Leopoldo Senghor il poeta, Patrick Baudry l' astronauta francese, Al Saoud l' astronauta del Sud Arabia, Antonio Samaranche presidente del CIO, Maurice Herzog il conquistatore dell' Annapurna, Barbara Cartland la nota scrittrice americana, Albert Renè presidente delle Seychelles, Thomas Bata il re delle scarpe, Harvé Bazin, Jean Ormesson, accademici di Francia, Franco Bassani uno dei numeri uno della fisica dei solidi, Jean Todt padre della rinata Ferrari, e tanti altri noti e meno noti, ma tutti legati dall'amore per il viaggio, dalla curiosità per questa nostra piccola terra.